News

CORSO NAZIONALE DI AGGIORNAMENTO SIMFER - RICERCA E RIABILITAZIONE: DALLA METODOLOGIA AI RISULTATI CLINICI

Cagliari 11 – 12 maggio 2012
Sappiamo che la ricerca in Medicina Riabilitativa ha scontato un significativo ritardo rispetto alle discipline con più antica tradizione e con più facile adesione ai parametri della Medicina Basata sulla Evidenza a motivo del settore prevalentemente biologico della loro ricerca.
Si deve rilevare con piena soddisfazione che la Riabilitazione non solo ha manifestato negli ultimi anni un progresso esponenziale della capacità di produzione scientifica secondo i canoni su esposti (basta guardare all’Impact Factor di EJPRM) ma ha saputo inserire questi nel più complesso quadro della ricerca sulla persona con tutto l’evidente corteo di complessità e di non semplice riconducibilità a parametri biologici e alle loro misure che appartengono, senza dubbio, al dominio della semplicità; peraltro, proprio mentre sembra entrare in crisi tutto il paradigma di semplificazione meccanicistica ed emerge, in tutto l’ambito medico, il recupero di un approccio globale al paziente, la Fisiatria si è fatta trovare pronta ad affiancare, all’Evidence Based Medicine, il valore peculiare della narrazione dei pazienti quale fonte necessaria di diagnosi e di definizione delle scelte terapeutiche.
Questa complessità di orizzonte di analisi è inoltre la migliore garanzia, anche in termini etici, verso la Persona e la Comunità, per un processo che deve appunto saper individuare l' Evidenza in ogni campo del rapporto di cura.
In questo senso la ricerca in Medicina Riabilitativa si candida ad essere capace di anticipazione di nuovi archetipi di ricerca che finiranno con il coinvolgere anche le altre discipline.

Così si è voluto un Corso Nazionale a Cagliari, nella splendida cornice di un suggestivo paesaggio, sul tema “Ricerca e Riabilitazione” per fare il punto sulle nostre metodologie di ricerca, le nostre misure e le nostre evidenze, sul trasferimento della ricerca alla pratica clinica, la capacità di attrarre ed utilizzare risorse per la ricerca e, quasi per necessità di fondo in un campo che riguarda la persona umana, la capacità di scegliere un orientamento etico per la ricerca.
Su tutto campeggia l’ICF come riferimento obbligato, recepito nel recente Piano di Indirizzo per la Riabilitazione, fonte di specificità ed unicità della nostra disciplina.

Non abbiamo certamente la pretesa di affrontare ne tanto meno chiarire tutti i punti salienti e le criticità nel campo dell’evoluzione della Ricerca in ambito riabilitativo, ma questo evento formativo è l’inizio di un percorso di stimolo e di formazione che la SIMFER intende mettere a disposizione di tutti i Soci.
Sono state inserite sessioni su alcune problematiche cliniche di prevalente interesse in Fisiatria ed un approfondimento ed una verifica su alcuni mezzi fisici più tradizionali o innovativi.
Il Corso si articola in cinque sessioni che vedranno in corsisti impegnati anche in nella discussione di casi clinici.
Sono stati inoltre promossi alcuni workshop transdisciplinari in seduta plenaria che esporranno i le nuove opportunità consentite dalle tecnologie.

Il Direttore del Corso
Mauro Piria

 

Archivio News

02/09/2015

EUROSPINE 2015

 
vai all'archivio news